Claudio Ferretti

claudio_ferretti

kalamita21 [at] gmail.com

La sua passione per l’astronomia nasce all’età di 10 anni quando, passando davanti ad una cartoleria, si mise a sognare su cosa avrebbe potuto vedere con il piccolo cannocchiale di plastica esposto in vetrina. Anno dopo anno l’amore per il cielo crebbe e di pari passo aumentò la voglia di vedere di più. Il piccolo giocattolo fu presto sostituito da un secondo rifrattore da 60 mm di diametro e successivamente passò ad un telescopio più impegnativo, un riflettore da 150 mm con montatura in grado di inseguire i movimenti delle stelle. Ma del telescopio da 150 mm l’unica cosa acquistata fu lo specchio, perché il resto venne interamente autocostruito. Fecero la loro comparsa le prime fotografie e nacque l’esigenza di possedere uno strumento davvero “grosso”; anche questa volta completamente autocostruito, compreso lo specchio. Autore e/o coautore di diversi articoli per quotidiani locali e organizzatore di eventi astronomici pubblici, attualmente osserva con “Nessie”, un gigantesco telescopio riflettore da 63.5 cm di diametro, interamente progettato e autocostruito.

Immagine 633

Condividi su Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone